Segni che restano

Segni che restano - Giancarlo Tonti 1988

I segni che restano.
Quelli che restano dentro, quelli che restano fuoi.
Quelli dimenticati, quelli da dimenticare.

Questa foto è dell’inverno del 1988.
Porto di Riccione. Quella mano lì, impressa nel cemento, è rimasta sicuramente per anni, non sono più andato a vedere se è rimasto quel segno, quella firma.

Comunque, se cerchi, i segni ci sono. Sempre.

Questo elemento è stato inserito in blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i Cookies per fornire alcuni dei servizi. Se per te va bene, clicca su ACCETTA.