Tramonto eletrico

Tramonto elettrico - Giancarlo Tonti

Tramonto elettrico.

Con quei colori difficile definirlo diversamente. Forse magnetico.
Perché ti blocca, resti lì a guardare i colori che cambiano ad ogni secondo.
Le onde che ruggiscono più sotto.

Un momento che non può non affascinare. Nonostante il freddo, quello è il monento giusto, il punto giusto.
Il momento in cui quella linea, l’orizzonte, è così netta da fare paura.
Un terrapiattista penserebbe che da lì ci si può buttare sotto, se un sotto c’è.

Riguardando e ricordando, il brivido che ritorna può venire solo da un tramonto elettrico.

Questo elemento è stato inserito in blog. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento